testata camel

Prima metto il testo del mio brevissimo esercizio di scrittura, si parla ancora dei cinque sensi e questa volta si tratta del tatto che ho voluto interpretare in modo un po' sci-fi. Dopo il mio esercizio puoi leggere il bando, cioè i paletti che io me medesima ho stabilito per rendere più difficile e quindi più facile la scrittura.

Prima metto il testo del mio brevissimo esercizio di scrittura, si parla ancora dei cinque sensi e questa volta si tratta del tatto che ho voluto interpretare in modo un po' sci-fi. Dopo il mio esercizio puoi leggere il bando, cioè i paletti che io me medesima ho stabilito per rendere più difficile e quindi più facile la scrittura.

Il titolo era -Ciat- Buona lettura!

Dai, apri la touchcam
- No, non mi va
- Ti prego, son già tre settimane che sto qui, non ne posso più.
- Ma se l'abbiamo fatto ieri sera, e l'altro ieri, e tutti i giorni da quando sei partito.
- E allora? Intanto non è la stessa cosa che a casa. E poi, a casa lo facciamo anche due volte al giorno, quindi... dai apri.
- L'hai detto, non è la stessa cosa.
- Uffa. All'inizio non dicevi così. All'inizio ti piaceva.
- Sarà stata la novità. Le prime volte anche solo l'idea...
- Mi basterebbe una carezza. Stasera sono triste. Mi sento solo. Mi sento come un pulcino bagnato, lontano da casa, lontano da te e dal mondo civile, lontano da tutto. Sob.
- Vabbè, una carezza. Poi basta.

esercizio di scrittura sul senso del tatto

- Ohh, brava.
- Ma non farmi lo scherzone di quella volta che ci hai messo subito il cazzo.
- No, solo una carezza sulle mani, magari sulla faccia. Dai apri.
- Dove sei?
- Sono nella camerata. Da solo, stai tranquilla. Quelli che non sono in libera uscita sono andati in sala mensa, il capitano ha sfidato Romoletti a ping pong. E tu dove sei?
- In camera nostra, accendi la webcam.
- No dai, facciamolo al buio, che mi dia l'impressione di essere lì.
- Non funziona bene al buio, lascia stare. Fatti vedere. Voglio essere sicura che sei tu.
- Ma chi dovrebbe essere scusa?
- Comincia a farmi sentire la voce. Che ne so di chi potrebbe essere. Chiunque. Un collega, un amico. Un nemico.
- Un nemico?
- Eh. Perché no.
- Non c'è abbastanza banda per far andare tutto, video, voce e touch. Fammi una carezza intanto. Poi mi faccio sentire e vedere. Ho tanta voglia delle tue mani morbide. Ma più ancora del tuo collo, del tuo seno. Fammi sentire le tette.
- Il tuo seno? Ma chi cazzo sei? Scordatelo che mi faccio toccare. Se non ti fai vedere chiudo la comunicazione e poi faccio denuncia al comando.
- Ti supplico, sto per morire, accendi la touchcam e fatti sentire a questo povero soldato lontano
- La smetta immediatamente. La avviso che questa sessione è registrata. Chiunque lei sia farò rapporto ai suoi superiori.
- Dai, scherzavo, accendo.
- Che scemo. Credevo che era qualcuno che ti aveva rubato il tablet.
- Lo so, l'avevo fatto apposta per farti spaventare, magari eccitare un po'. Adesso toccami, dai.

 

E ora il tema da svolgere

 

Ecco il bando dell'esercizio di scrittura sul senso del tatto

Toccami, sono calda o fredda? liscia o ruvida, morbida, dura, umida o secca? Accarezzami, graffiami, frustami, picchiami, abbracciami.
Baciami.
Oppure scrivimi un raccontino per questo nuovo eds sensuale.

Parlami del tatto. La pelle è l'organo più esteso del corpo, con la pelle si sente tutto, freddo, caldo, tocco, pressione e dolore e forse altro ancora. Molto altro ancora.

Mettici il tatto ma. Che sia lontano. Lontano da casa tua. La storia si deve svolgere in un posto che sia almeno a 500 chilometri di distanza da dove ti trovi adesso oppure da dove vivi abitualmente, se sei un viaggiatore di lunga percorrenza questo te lo lascio come opzione.

Note sul testo

Vorrei dire solo che quando ho scritto questo racconto, a marzo 2013, la realtà aumentata era una roba mai sentita e i touch screen c'erano, sì, ma non per tutti. Avevo trovato un link interessante che portava a una raccolta di Disney Research che è ancora attivo e valido: https://www.disneyresearch.com/research/research-areas/ e se vai in fondo alla pagina trovi la panchina magica, una meraviglia che hanno aggiunto nel 2017, del resto il progresso avanza e la locomotiva a vapore è stata rimpiazzata con qualche altra diavoleria elettromagnetica ci puoi giurare. Se vuoi sapere cosa mi aveva colpita all'epoca invece prova a vedere questa ipotesi interessante: La REVEL di Disney potrebbe trasformare il mondo intero in un touchscreen tattile (video)

scrivere è il mio gioco preferito

"Scrivere è il mio gioco preferito" il mio motto è piaciuto anche all'amica Freevolah che l'ha interpretato così su Instagram.

Compra il romanzo L'occhio del coniglio
Libro, mobi, epub compra su Amazon e su Lulù

Chi mi ama mi segua

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.