testata camel

Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla el

Il blog della Donna Camèl è nato alla fine dell'estate del 2006, poco dopo l'apice del massimo splendore ma molto prima del declino dei blog in quanto moda.
È stato sempre su una piattaforma gratuita che negli anni ha cambiato nome e proprietari: ci sono capitata per una serie di circostanze fortuite e perché tutti i miei amici erano già lì, poi loro sono andati via tutti e io sono rimasta, irriducibile, a parlare di scrittura creativa, a proporre esercizi e racconti. Ci ho pubblicato pure un romanzo a puntate, un momento impagabile di intimità con i miei lettori.
Infine mi sono decisa a traslocare anch'io, lo porto qui a casa mia, se non tutto tutto la maggior parte: l'archivio. Non so quanto ci metterò, son più di 1000 articoli e li sposto con cura uno a uno, ma ho pazienza e la voglia di lavorare non mi manca: comincio oggi che è un lunedì ed è il 24 luglio 2017.

Segui la pagina facebook del blog - iscriviti al feed

 

 

Ho visto davanti a me come in un sogno la vespa pompilide iniettare il suo
siero dentro al ragno, che resti immobile ma vivo, e deporre il suo uovo
nella carne perchè la larva possa trovare nutrimento a suo bisogno.

E' crudele la vespa che segue la sua natura?

Non lo so, la natura stessa è a volte crudele.

Penso al dolore del ragno: non sa e non sente la larva che lo bruca dall'interno, il veleno agisce di certo sui centri nervosi, il suo corpo ormai non gli appartiene.
Il ragno nelle sue interminabili ore, quando le foglie dei platani cantano languide serenate all'ombra misteriosa della sera e la luce pennella di rosa lo stagno, risente le gocce di rugiada posarsi a una a una scintillanti sulla sua tela e il compiacimento di una bella forma creata dai fili e l'emozione di un tremito che lo faceva accorrere e il gusto della mosca arrotolata e inerme.

Piange il ragno il ricordo.

ragno


Commenti al post

 

Midnight_Shadow il 11/10/06 alle 00:27 via WEB
Massignora... guarda che ti imbratto tutte le piastrelle del bagno, sai? Sono debole di stomaco...

semi.conduttore il 14/10/06 alle 11:49 via WEB
Ed è brutto quando il ragno gode del suo dolore.

BELL_EGIZIANO38 il 15/10/06 alle 22:31 via WEB
interessante .. grazie della visita .. ash

mercante0 il 15/10/06 alle 22:49 via WEB
complimenti...è difficile descrivere bene la nostalgia come hai fatto tu...

 

e-max.it: your social media marketing partner
Condividi questa pagina!

Compra il romanzo L'occhio del coniglio
Libro, mobi, epub compra su Amazon e su Lulù

Chi mi ama mi segua

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.