testata camel

Avevo già parlato tempo fa del blog Cronache dalla libreria che seguo fedelmente da quando l'ho conosciuto per caso. Racconta spesso situazioni divertenti sulla flora e la fauna dei clienti (sì, anche flora, delle volte).

Ma il post di oggi vale la pena di essere condiviso per intero:
Fra le tante “furbate” che si stanno diffondendo in libreria vi segnalo un libro che strappa un sorriso, se non una risata. È successo anche a me ma poi, dopo la risata, il mio cervello ha alzato una barriera ed è scesa una strana tristezza. Ha esordito Newton e Compton (casa editrice sulla quale tornerò fra qualche post) con un libretto da 1,90€ dal titolo Tutto quello che gli uomini sanno delle donne. Tu apri il libretto e trovi delle pagine bianche. Attimo di stupore e poi grassa, grossa risata. C'è persino un giochetto legato a questo libro. Tu mandi una e mail alla Newton, a un apposito indirizzo internet, con una frasetta inferiore ai 144 caratteri riguardante l'argomento. Le migliori verranno pubblicate sul sito e sulla pagina facebook e i “prescelti” riceveranno libri della Newton in regalo (o, almeno, questo è quello che ho trovato scritto in rete).
Il giochetto funziona, in libreria ne avevo una trentina di copie, le abbiamo vendute tutte. È una simpatica idea regalo, si dirà, è un bel modo per ridere, al massimo lo si può usare come quaderno degli appunti.
In realtà è una furbata e passo al punto successivo.
Mi arrivano tre libri della casa editrice Liberamente.
Uno è simile a quello della Newton (o viceversa non so quale sia uscito per primo) Tutto quello che le donne sanno degli uomini (3,90 €), l'altro titolo è: Tutto quello che Berlusconi ha fatto in 20 anni di politica ( 4,90€) e Tutto quello che la sinistra ha fatto negli ultimi 20 anni (4,90€).
Tu li apri e trovi solo pagine vuote.
Il libro è annullato, signori e signore, ha vinto il marketing. Un titolo accattivante, la sorpresa, le pagine bianche. Il NON libro ha avuto la meglio, le letteratura è diventata qualcosa di superfluo, l'importante è l'oggetto.
Mi arrabbio, scusate, non riesco a farne a meno.
Ma poi, in libreria, mi dicono che sono esagerato che non capisco l'evoluzione del mercato.
È un'evoluzione che ha portato a libri con le pagine vuote.
Ripensandoci è tutto normale. L'evoluzione umana ha portato a esseri umani con il cervello vuoto!
Mi rimangio tutto, w i non libri...

Commenti al Post: Libri non libri e marketing editoriale

MaiMaturo il 08/11/11 alle 19:08 via WEB
Ma allora, come scrittore, c'ho un futuro anch'io!

LaDonnaCamel il 09/11/11 alle 09:25 via WEB
E di best sellers!

Hombre il 09/11/11 alle 09:45 via WEB
stupenda la tua chiosa! (del libro avevo letto da qualche parte). Io cmq aspetto che arrivino in biblioteca.

LaDonnaCamel il 09/11/11 alle 10:29 via WEB
Sì, è un da un po' che si vedono in giro, ma quattro alla volta mi sembrava troppo. E grazie ;)
(E va bene, lo confesso: ho scritto il post solo per poterci mettere quella chiosa. Shh!)

d.u.n.s il 09/11/11 alle 15:07 via WEB

LaDonnaCamel il 09/11/11 alle 15:18 via WEB
Hai citato l'incipit?

Hombre il 10/11/11 alle 21:39 via WEB
solo chi osa chiosa

LaDonnaCamel il 11/11/11 alle 10:43 via WEB
e chi non chiosa è noiosa

 

Vuoi leggere anche questi?

scrivere è il mio gioco preferito

"Scrivere è il mio gioco preferito" il mio motto è piaciuto anche all'amica Freevolah che l'ha interpretato così su Instagram.

Compra il romanzo L'occhio del coniglio
Libro, mobi, epub compra su Amazon e su Lulù

Chi mi ama mi segua

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.