testata camel

Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla el

Il blog della Donna Camèl è nato alla fine dell'estate del 2006, poco dopo l'apice del massimo splendore ma molto prima del declino dei blog in quanto moda.
È stato sempre su una piattaforma gratuita che negli anni ha cambiato nome e proprietari: ci sono capitata per una serie di circostanze fortuite e perché tutti i miei amici erano già lì, poi loro sono andati via tutti e io sono rimasta, irriducibile, a parlare di scrittura creativa, a proporre esercizi e racconti. Ci ho pubblicato pure un romanzo a puntate, un momento impagabile di intimità con i miei lettori.
Infine mi sono decisa a traslocare anch'io, lo porto qui a casa mia, se non tutto tutto la maggior parte: l'archivio. Non so quanto ci metterò, son più di 1000 articoli e li sposto con cura uno a uno, ma ho pazienza e la voglia di lavorare non mi manca: comincio oggi che è un lunedì ed è il 24 luglio 2017.

Segui la pagina facebook del blog - iscriviti al feed

 

 

Giacomo Ardea era pazzo per lopera lirica.
Selascutava tutti i ionna assittato nel divano tutto concentrato che non sentiva nemmeno quando suonavano alla porta e uno doveva stare con il dito appiccicato al campanello. Ma ormai era vecchio quando capitavano queste cose. So mugghieri cera morta partorendo e lui sera cresciuto da solo alla figghia. Norma laveva chiamata. Come allopera di quello che era nato a Catania pi sbagghiu ca ci ficinu macari il monumento e il teatro. Come si chiama… Bellini. Che io lo conosco bene questo granduomo pecchè mio nonno me li cuntava tutte le storie dove Vincenzo ciaveva messo la musica che anche a lui ci piacevano.
Cetto crescendo quella figlia non cera diventata una saceddotessa che non si può. Però volendo poco cera mancato pecchè Norma sava fissato con la pissicologgia e vuleva fari la confessora di tutti i cristiani che incontrava e sempri ci spiava le cose che sognavano e addirittura ci chiedeva le cose loro personali.
Poi macari ca uno non ciarrispunneva lei accuminciava a dire la sua.

E a quello ci urlava ca su ci pinsava bonu lui ciaveva il desiderio di tagghiarici la minchia a so o pà e a quellaltra invece ci spiegava ca ci piaceva fare di cosi ca ucca ai masculi pecchè aveva sucato troppo la minna di sua madre quandera nica.
Ogni tanto però era pure divertente pecchè cera chi cercava di risponderci seriamente e quasi sempre accuminciavano a litigare oppre pecchè inzittava veramenti i cosi che i cristani si tenevano ammucciati e che non celavrebbero voluto dire a nessuno.
Per questo me dispiaciuto proprio quando ha cambiato casa. Giacomo era morto e lei non ciaveva pensato unattimo a irasinni. Cusapi unnè ora.

 

Dario D'Angelo

(Vorrei averlo scritto io! Che poi non avrei mai saputo scriverlo in questo modo, ovviamente, epperò c'è dentro qualcosa che mi concerne ;)



Commenti al Post: Norma - un guest post dell'amico Dario




ilmonako il 13/07/08 alle 22:46 via WEB
ciao buona serata e grazie dellavisita un bacio gian

LaDonnaCamel il 13/07/08 alle 22:53 via WEB
grazie a te

Anonimo il 13/07/08 alle 23:18 via WEB
Ho collegato dopo il "concerne"... ma che bella sorpresa :-) Grazie!

LaDonnaCamel il 14/07/08 alle 10:30 via WEB
E' un gran piacere per me.

kleocoppersmith il 14/07/08 alle 08:25 via WEB
(oooohhh, ma in che lingua è???)

LaDonnaCamel il 14/07/08 alle 10:31 via WEB
che t'importa? lasciati andare al ritmo e quel che non capisci lo indovini :-)

kleocoppersmith il 14/07/08 alle 11:42 via WEB
volevo saperlo perchè mi era piaciuta!

Anonimo il 14/07/08 alle 21:49 via WEB
Dario? Tocca a te rispondere, sù, non fare il timido :)

Anonimo il 14/07/08 alle 23:06 via WEB
Temevo di fare una invasione di campo :-) Questa scrittura è un tentativo di trascrizione di un parlato nato da anni di convivenza tra Lingua Siciliana, linguaggio televisivo e italiano burocratico-scolastico. Frasi brevi, pause, ripetizioni, assenza dei segni d'interpunzione dovrebbero, nelle mie intenzioni, spingere ad una lettura vicina a questo parlato che tento di proporre. :-) Ciao, Dario

Anonimo il 15/07/08 alle 09:16 via WEB
Bello :-) Bravo, tentativo riuscito Annalisa

Anonimo il 18/07/08 alle 08:32 via WEB
Grazie Annalisa :-)

Anonimo il 15/07/08 alle 10:39 via WEB
:-))))))))) kleo

Anonimo il 18/07/08 alle 08:31 via WEB
Bene :-)immagino di essere riuscito, anche se confusamente, a spiegare quello che cercavo

verbacollant il 15/07/08 alle 11:30 via WEB
naturalmente conoscevo da tempo i tuoi "condomini" e non posso esimermi dal rimarcare con quanta efficacia tu abbia reso la neolingua; il fatto poi che questa stessa neolingua tenda a soppiantare l'italiano è tutto un altro problema :-/

LaDonnaCamel il 15/07/08 alle 16:59 via WEB
Niente invasione di campo, al contrario! Mi piace che i miei ospiti se la raccontino sorseggiando un bianchino: la mia casa su digiland è aperta come quella vera ;)

Anonimo il 15/07/08 alle 21:37 via WEB
Ma tu lo sai che amo di più stare alla finestra :-) anche fare pochi gradini per scendere in strada diventa ogni giorno più difficile. ps. Camillo per me l'italiano forse mai come ora rischia di divenire lingua viva :-)

Xefeba il 17/07/08 alle 17:45 via WEB
Bravo davvero. Ci sei riuscito. Mentre leggevo mi pareva di udire la voce:-)

Anonimo il 18/07/08 alle 08:29 via WEB
Sarei curioso di sentirla anch'io ;-)

Midnight_Raver il 15/07/08 alle 16:58 via WEB
clappete clappete! :)

LaDonnaCamel il 15/07/08 alle 17:02 via WEB
oh il suono di una mano sòla! :D

Midnight_Raver il 15/07/08 alle 17:15 via WEB
;D unica e sòla, prego

bartelio il 17/07/08 alle 22:25 via WEB
Questa me la stampo e la leggo in spiaggia. ;-) Baci a te e a Dario, sempre bravo.

Anonimo il 18/07/08 alle 08:35 via WEB
Spostandoti di poche centinaia di chilometri potresti sentire anche gli accenti giusti ;-) Buon Mare :-)

 

Compra il romanzo L'occhio del coniglio
Libro, mobi, epub compra su Amazon e su Lulù

Chi mi ama mi segua

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.